Chicago22coseGRATIS

Situata sulla sponda sud-occidentale del Lago Michigan, Chicago è la più grande città dell’entroterra degli States, la terza città più popolosa d’America dopo New York e Los Angeles, con un’area metropolitana (detta Chicagoland) di oltre 9 milioni di persone!

Nota come The Windy City, la Città del Vento (per via del vento che spira perennemente) o Second City (perché ricostruita dopo il devastante incendio del 1871), è una delle città più influenti al mondo grazie al suo carattere multietnico ed estremamente tollerante e all’importante ruolo di centro finanziario ed industriale per tutto il Paese.

Chicago è la città dell’architettura, con favolosi edifici che si affacciano sul Chicago River e si specchiano gli uni nelle vetrate degli altri. I grattacieli che dominano il centro città, detto anche Downtown o Loop, rendono il suo skyline inconfondibile e di grande impatto, dal tocco underground con la metropolitana sopraelevata che sferraglia sopra le teste dei passanti.

Chicago è la città che è la patria del blues. La città il cui nome si lega a quello di gangster mitici, come Al Capone. Chicago è la città dello sport per antonomasia: semplicemente perfetta per ogni tifoso. Chicago è la città della deep dish pizza e quella dei panorami mozzafiato dalla cima dei suoi grattacieli. Chicago detiene il record mondiale in fatto di numero di ponti mobili.

Insomma Chicago è “tanta roba” 🙂

C’è tanto da fare e vedere, così vi propongo ben 22 dritte su chicche, provate e sperimentate, che non potete perdervi in città senza dover pagare assolutamente nulla! 😉

 

1 Passeggiare per il “Magnificent Mile”

E’ la strada dello shopping per eccellenza a Chicago con veramente negozi e boutique di ogni gtipo e per qualsiasi esigenza. Ma sarebbe riduttivo focalizzare l’attenzione solo sulle scintillanti vetrine in quanto su questo enorme viale si affacciano alcuni dei grattacieli più importanti e famosi della città come la John Hancock Tower da dove ammirare la città dall’alto (e che si contende la fama con l’altro gigante della city la Willis Tower, a voi la decisione di scegliere su quale salire o eventualmente fare entrambe le esperienze), lo magnifico Wrigley Building uno dei grattacieli più belli di Chicago (e uno dei miei preferiti!), proprio di fronte c’è la Tribune Tower, l’edificio che ha ospitato per anni la sede del Chicago Tribune (di cui vi racconto più avanti) e ancora la Water Tower, uno degli edifici più amati e uno dei pochi ad essere sopravvissuto al grande incendio del 1871.

Qui moda, architettura e storia di Chicago si uniscono: mentre si cammina dal confine meridionale del “Mile”, il Chicago River, fino a quello settentrionale di Oak Street.

Come arrivare: metro red line fermate Grand/State e Chicago

 

2 Visitare la Water Tower

E’ uno dei punti di riferimento più familiari e preziosi della città: per i chigaoans è speciale perché è una delle poche strutture sopravvissute al Grande Incendio di Chicago del 1871. E perché, lì, quasi sopraffatta e all’ombra dei grattacieli appare così bella e originale.

Fu creata per il sistema idrico municipale di Chicago, e pensate che in origine ospitava un tubo di ferro di 135 piedi usato per regolare la pressione dell’acqua. Oggi è la sede della City Gallery, la “galleria fotografica ufficiale della città”, che presenta le mostre fotografiche dei fotografi locali.

Dall’altro lato della strada è possibile entrare e curiosare anche alla Pumping Station, la stazione di pompaggio ancora operativa dove osservare gli enormi tubi da una grande vetrata. Inoltre c’è anche un piccolo centro informazioni per i visitatori che fornisce opuscoli gratuiti e informazioni su cosa fare in città.

Dove: 806 N Michigan Avenue

Come arrivare: metro red line fermata Chicago

 

3 “Leggere” il Chicago Tribune Building

Nooooo non il famoso giornale 😛 l’edificio! 🙂

E no non sono impazzita.

La Tribune Tower è stata a lungo la sede del celebre quotidiano “Chicago Tribune”. Fa parte del patrimonio culturale della città e, come la strada in cui sorge, è semplicemente stupendo.

Ok direte voi ma come si legge un edificio? In particolare questo edificio….

Vi svelo l’arcano…

Tra le sue mura sono incastonate pietre provenienti da monumenti storici e campi di battaglia di tutto il mondo, tra cui Bunker Hill, Omaha Beach, l’Abbazia di Westminster, la Basilica di San Pietro, Pompei, la Città Proibita, la Grande Muraglia Cinese, il Cremlino, Notre Dame di Parigi e ancora il Taj Mahal, il Partenone, Hagia Sophia e le Piramide di Giza. Diverse pietre anche da tutta l’America come per esempio dalla casa e tomba di Lincoln. Più recentemente un pezzo di metallo intrecciato dal World Trade Center dopo la sua distruzione nel 2001. Ogni frammento è etichettato con il suo luogo di origine e l’edificio da cui è stato recuperato.

Questi manufatti furono raccolti dai corrispondenti del Chicago Tribune tra la fine del 19* e l’inizio del 20*secolo su richiesta del proprietario del quotidiano Colonel McCormick e si possono ammirare passeggiando intorno al grattacielo: è come fare un incredibile giro intorno al mondo! *_*

Dove: 435 N Michigan Avenue

Come arrivare: metro red line fermata Grand/State

 

4 Ammirare e passeggiare sul Michigan Avenue Bridge/DuSable Bridge

E tutti quelli che riuscite a fare 😉

Questo però è IL ponte mobile principale della città, quello che collega la parte sud di Chicago con la parte nord e introduce al Magnificent Mile o all’area Loop in base alla direzione in cui ci si arriva. Una vera e propria opera d’arte metropolitana che regala le vedute più impressionanti sui grattacieli scintillanti che sovrastano il corso del fiume. Noi lo avremmo fatto tipo millemila volte, di giorno e di sera, un po’ perché ci si passava, un po’ perché è uno splendido punto di osservazione della city life *_*

Dove: North Michigan Avenue

Come arrivare: metro red line fermata Grand/State

 

5 Visitare il Chicago Cultural Center

E’ uno dei gioielli architettonici della Windy City, un edificio straordinario, rinomato per i suoi ricchi interni e la bellissima cupola di vetro colorato Tiffany. Costruito nel 1897 come prima biblioteca pubblica della città, ospita oggi l’Ufficio del Turismo e della Cultura di Chicago, il Coro dei Bambini e diverse gallerie dove spesso ci sono mostre temporanee. L’interno è ricco di mosaici che riportano frasi di scrittori celebri o di artisti del passato, di imponenti scalinate in marmo, c’è persino una grande vetrata con vista sul Millennium Park. Potete girare in lungo e il largo in autonomia o partecipare a visite guidate gratuite dell’edificio, recuperare materiale sulla città e chiedere tutte le info che volete.

Consiglio: la cupola Tiffany vale la visita, ma non fermatevi, visitate tutti i piani: le stanze aperte al pubblico sono spesso sgombre da mobilio (e poco utilizzate), ma sono bellissime.

Dove: 78 E Washington St– Loop

Come arrivare: metro blu line fermata Washington oppure metro brown, orange, purple, green e pink line fermata Washington/Wabash

 

6 Fare un salto alla Harold Washington Library

E vi pareva che la tappa in libreria non la facevo? 🙂

L’Harold Washington Library Center è molto più di una biblioteca tradizionale: 10 piani di libri e spazi per le persone, opere d’arte, sale-prova per musicisti, gruppi di lettura sia per adulti che per bambini e un giardino coperto, il Winter Garden, sormontato da una cupola di vetro al 9*piano.

Fantastico!

Dove: 400 S State St – Loop

Come arrivare: metro brown, orange, purple e pink line fermata Harold Washington Library-State/Van Buren

 

7 Fare un salto da Macy’s

Quello in State Street non un semplice grande magazzino è riconosciuto come National Historic Ladmark e sicuramente sono da non perdere le caratteristiche architettoniche accattivanti dell’edificio storico come per esempio i grandi orologi verdi noti come “Sentinels of State Street”, due enormi orologi da sette tonnellate che sono stati installati negli angoli delle strade di Randolph e Washington o il Tiffany Ceiling, il più grande esempio ininterrotto di vetro Tiffany Favrile nel mondo, contenente oltre 1.6 milioni di pezzi che brillano in un mosaico di blu brillante, oro e avorio

Curiosate gente curiosate 😉

Dove: 111 N State Street

Come arrivare: metro blue line fermata Washington oppure oppure metro brown, orange, purple, green e pink line fermata Washington/Wabash

 

8 Vedere il Rookery Building

Il Rookery è uno dei più riusciti esempi di palazzo “commerciale” storico di tutta la città. Bellissimo al suo esterno, ancora oggi è possibile visitare gratuitamente la Lobby in cui si può ammirare la maestria di uno dei più noti architetti del mondo Frank Lloyd Wright. L’atrio al piano terra è ricco di scalinate, decori e lampadari d’epoca, il colpo d’occhio quando si entra é formidabile.

Secondo noi merita una piccola sosta.

Dove: 209 South La Salle Street – Loop

Come arrivare: metro blue line fermata Jackson oppure brown, orange, purple e pink line fermata Quincy

 

9 Vedere la Union Station

La Union Station di Chicago è la grande stazione centrale della città, principale scalo per i treni locali e nazionali. Fu inaugurata nel 1925 e andò a sostituire la precedente stazione inaugurata nel 1881. Ricordate il film “Gli Intoccabili” con Kevin Costner, Robert Deniro, Andy Garcia e Sean Connery? Questa è la stazione dei treni di una delle scene finali, quella della carrozzina che scende da sola le scale. Foto di rito per immortalare il set cinematografico.

Dove: 225 S Canal St

Come arrivare: metro brown, orange, purple e pink line fermata Quincy

 

10 Stupirvi con l’arte pubblica nel Loop

I visitatori con l’amore per l’arte contemporanea ne saranno affascinati i curiosi pure: tra i meravigliosi edifici storici del Loop, dove di per se è comunque bello passeggiare, si possono ammirare opere d’arte di artisti di fama mondiale, una collezione pubblica stellare a cielo aperto.

E così in Federal Plaza si può ammirare Flamingo una scultura di Alexander Calder, mentre al 69 W. Washington St/ Brunswick Plaza si incontra “Miss Chicago” una scultura in acciaio, cemento, bronzo, rete metallica e piastrelle di ceramica di Joan Miró, e ancora, proprio di fronte The Picasso la scultura di Pablo Picasso dedicata al popolo di Chicago (50 W. Washington St/ Delay Plaza). E poi c’è la mia preferita, la più strana in assoluto, Monument with Standing Beast (100 W. Randolph St/ J.R. Thompson Center Plaza ) opera di Jean Dubuffet che i Chicagoans hanno affettuosamente soprannominato “Snoopy nel frullatore”. Effettivamente 😛

Come arrivare: metro red line fermata Lake oppure metro blue line fermata Washington

 

11 Immortalare l’inizio della Route 66

Sì perché proprio nel centro di Chicago inizia (o finisce in base al senso in cui si percorre) la strada più iconica d’America, la strada del’on the road per antonomasia, la strada che attraversa gli States, passando attraverso gli stati di Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, Nuovo Messico, Arizona e California, e si conclude sul molo di Santa Monica a Los Angeles, per un totale di 3.945 Km. 2448 miglia di puro sogno americano.

E’ un cartello lo sappiamo tutti, ma è quello che rappresenta, la leggenda, il mito ragazzi!  ♥

Foto, foto, foto!

Dove: la celebre insegna si trova proprio all’incrocio tra Michigan Ave e Adams St. Lasciatevi alle spalle l’Art Institute of Chicago e camminate dritti di fronte a voi verso Adams Street, troverete subito il cartello della Route 66. Che emozione straordinaria vederlo dal vivo!

Come arrivare: metro brown, orange, purple, green e pink line fermata Washington/Wabash

 

12 Scoprire il Millennium Park

Tappa imperdibile a Chicago è lo splendido Millennium Park

Non si tratta di un semplice parco ma di un vero e proprio museo a cielo aperto con attrazioni che sono allo stesso tempo delle opere d’arte. A partire dal Jay Pritzker Pavilion, una struttura avveniristica opera dell’architetto Frank Gehry, dove si svolgono eventi, concerti e spettacoli.

Particolare è la Crown Fountain, opera di Jaume Plensa che si presenta formata da due torri alte 15 metri poste l’una di fronte all’altra che proiettano volti di cittadini dalla cui bocca sgorga acqua. D’estate qui è il regno dei bambini (anche di quelli un po’ cresciuti) che scorrazzano nell’acqua a piedi nudi.

Non lontano, il selvaggio Lourie Garden che ospita piante tipiche delle pianure dell’Illinois, un vero tributo alla flora locale. Il periodo di massimo splendore va da maggio inoltrato a settembre e durante la stagione calda vengono organizzati tour gratuiti.

La star indiscussa del parco è la scultura realizzata da Anish Kapoor, artista indiano naturalizzato inglese il Cloud Gate (Portale delle nuvole – che nome fantastico!), che tutti conoscono come The Bean, il fagiolo, diventato a tutti gli effetti uno dei simboli iconici della città.

E’ uno specchio fluido e avvolgente che include nel suo abbraccio lucido grattacieli e passanti. Fare una foto ai grattacieli di Chicago riflessi nel Coud Gate è un must cui nessuno sa resistere!

Vi assicuro ne farete da tutte le angolazioni possibili, di giorno e di notte, col sole e con le nuvole.

E ve innamorerete… ♥

Io ne ero già innamorata prima di vederlo dal vivo figurarsi 😉

Come arrivare: metro blu line fermata Washington oppure metro brown, orange, purple, green e pink line fermata Washington/Wabash

 

13 Passeggiare per Grant Park

La passeggiata nel verde può continuare nel Grant Park, situato tra le acque limpide del lago Michigan a est e lo splendido skyline di Chicago a ovest, un incantevole spazio aperto con numerosi percorsi pedonali, tanti olmi e un roseto. Inoltre. Il parco è famoso per avere al suo interno alcune delle attrazioni più importanti e famose della città: la Buckingham Fountain, l’Art Institute of Chicago, lo Shedd Aquarium, l’Alder Planetarium e il Field Museum.

Zizzagare tra South Michigan Avenue e l’interno di questa area verde è’ una bellissima camminata che vi porta fino alla punta dove si trova il planetarium da cui potrete ammirare lo skyline della città da un’altra stupenda prospettiva 😉

 

14 Vivere il Chicago Riverwalk

Questa passeggiata che corre lungo il fiume e che collega il lago Michigan con il centro cittadino, è stupenda. Tutti i percorsi pedonali lungo il fiume sono stati pensati per godersi il più possibile questi spazi quindi troverete sì fontane, monumenti, aree dove rilassarvi, ma anche aree ricreative e per lo sport, bar, ristoranti e naturalmente una vista pazzesca sui grattacieli con scorci da paura, sia di giorno che di notte. Imperdibile!

 

15 Andare al Navy Pier

Il Navy Pier un tempo era semplicemente il molo della città di Chicago, oggi invece è un’area piena di negozi e attrazioni, luogo di incontro e divertimento durante i pochi mesi estivi.

Molto amato dalle famiglie per le tante giostre, la ruota panoramica, per il Children’s Museum, per i negozi, per il Chicago Shakespeare Theater e tutto quello che vi viene in mente, a me è piaciuta la parte finale del molo, quella circondata dall’immenso Lago Michigan, la parte più tranquilla, dove accoccolarsi sulle sdraio di legno a guardare l’acqua, le barche e sentire il vento e il sole sulla pelle.

E da qui avrete una nuova bellissima vista sullo skyline cittadino.

Dove: 600 E Grand Ave

Come arrivare: metro red line fermata Grand

 

16 Fare un giro sul Navy Pier Free Trolley

Questo mezzo di trasporto alternativo compie un percorso più o meno ad anello tra il North Side e il Loop con diverse fermate a cui scendere. E’ gratuito, è divertente e anche comodo per alcuni spostamenti, o semplicemente per godersi tutto il giro in tranquillità. Il trolley è stagionale, quindi opera durante la bella stagione (fate un check sul sito ufficiale per maggiori info e per scaricare la mappa delle fermate).

 

17 Andare a spasso per Lincoln Park

E’ il più grande parco pubblico di Chicago: dallo zoo, alle spiagge sul lungolago, passando per il Museo Storico e il Mercato Ortofrutticolo, le cose da fare e vedere sono davvero moltissime.

Da vedere, inoltre, il mausoleo dedicato ad Abram Lincoln. La statua, chiamata “Standing Lincoln”, raffigura il 16* Presidente degli Stati Uniti assorto nei suoi pensieri prima della pronuncia di uno dei suoi celebri discorsi.

Anche il quartiere omonimo è molto carino e tranquillo con case d’epoca bellissime.

Come arrivare: metro brown e purple line fermata Sedgwick o Diversey

 

18 Percorrere il Lakefront Trail

Il Chicago Lakefront Trail è un sentiero lastricato di 28 chilometri che costeggia il lago Michigan, entro i confini della città di Chicago. Percorrerne almeno un pezzettino è sicuramente un must to do. Il percorso è battuto soprattutto da camminatori, corridori, pattinatori e ciclisti, e poi c’eravamo noi. La cosa bella è poter scendere in spiaggia a North Avenue Beach e camminare per un tratto sul bagnoasciuga un po’ sulla sabbia dorata un po’ con i piedi a mollo come essere al mare.

Altre viste spettacolari e ancora un’altra prospettiva per ammirare la city.

Come arrivare: metro brown e purple line fermata Sedgwick (per la spiaggia altrimenti e possibile accedervi da più parti della città)

 

19 Andare in spiaggia

Sì perché Chicago offre diverse spiagge ad ingresso gratuito, una più bella e diversa dall’altra, dove prendere il sole, rilassarsi, fare sport, divertirsi e stare in compagnia. Da North Avenue Beach a Oak Street Beach all’ombra dell’Hancock Tower, dal Ohio Street Beach vicino al Navy Pier alla piccola e un po’ nascosta 12th Street Beach vicino all’Adler Planetarium, fino alle più decentrate Montrose Beach e Margaret T. Burroughs Beach. Ve ne parlo qui.

Anche solo camminare scalzi sulla sabbia e “puciare” i piedi nell’acqua limpida ha un suo perché 😉

 

20 Visitare il Prairie Avenue Historic District

E’ un magnifico quartiere storico del South Side di Chicago, un tempo uno dei quartieri più prestigiosi della città, un tempo chiamato “Row Millionere”, perché alla fine del ‘800, Prairie Avenue era l’indirizzo più prestigioso di Chicago, sede di alcune delle persone più ricche e famose della città, tra cui George Pullman, Philip Armor, Marshall Field, John Glessner e molti altri.

Oggi, solo 11 residenze sono sopravvissute dai giorni di gloria del distretto, e la zona rientra nel Registro Nazionale dei Luoghi Storici dal 1972 ed è stata designata area monumentale di Chicago dal 1979.

Alcune delle case sono state conservate come musei; altre si possono ammirare dall’esterno. Molte dimore furono demolite (indicate da alcune placche lungo Prairie Avenue), ma quelle che rimangono offrono uno scorcio sullo splendore del 19*secolo.

Una più bella dell’altra, alcune persino misteriose, passeggiare qui è come sfogliare un libro di vecchi ricordi di un’epoca gloriosa nella storia di Chicago.

Super consigliato!

 

Come arrivare: metro green line fermata Cermak-McCormick Place

 

21 Visitare la Fourth Presbiterian Chuch e la Saint James Cathedral

Pare strano ma durante le mie meticolose ricerche sulle mille cose da vedere in città non mi sono mai imbattuta in qualcuno o qualcosa che parlasse delle chiese di Chicago. Strano…

Nonostante ciò, girovagando per la city e grazie alla nostra innata curiosità, siamo riusciti a vedere due chiese piccoline ma di grande fascino.

La Fourth Presbiterian Chuch è proprio dall’altra parte della strada rispetto allo strafamoso John Hancock Observatory (126 E Chestnut St). Sembra una chiesetta inglese dall’architettura gotica e con un minuscolo chiostro che è un bijou.

L’interno lo abbiamo visto al volo durante un concerto con canti e musica, molto suggestivo.

La Saint James Cathedral è una chiesa episcopale storica nel cuore della città con soffitti dipinti e opere in legno. Si trova solo ad un isolato dal vibrante “Magnificent Mile” (65 E Huron St) eppure sembra di essere in un posto tanto tranquillo. Questa chiesa fu fondata da una donna nel 1834 e vi ha pregato Abraham Lincoln poco dopo essere stato eletto Presidente nel 1860.

Pensate che il signore che accoglieva i visitatori (o i fedeli della comunità) quando ci siamo stati noi è stato gentilissimo: dopo avergli chiesto se era possibile entrare per visitare la chiesa e aver ottenuto risposta affermativa, ci ha accompagnato per qualche minuto facendoci un po’ da cicerone.

Come arrivare: metro red line fermata Chicago

 

22 Usare la Pedaway

Il sistema pedonale del centro di Chicago, il Pedway, si trova nel cuore della città. Questo sistema di gallerie sotterranee e ponti sospesi collega più di 40 blocchi nel Loop, coprendo circa cinque miglia. Utilizzato da decine di migliaia di pedoni ogni giorno, il Pedway si connette a edifici pubblici e privati, stazioni CTA e servizi ferroviari per pendolari. è un modo sicuro, veloce e conveniente per i pedoni di viaggiare in centro, soprattutto in inverno e durante i periodi di pioggia o neve.

Noi volevamo curiosare ma non abbiamo fatto in tempo, però volevo scriverne un accenno per chi vuole andare alla scoperta di questi passaggi sotterranei o per chi si reca in città in inverno.

 

Last but not least camminate, camminate con gli occhi in su, scoprite, sperimentate, meravigliatevi sempre  ♥

 

E voi siete mai stati nella Windy City? Vi è piaciuta? Ci ritornereste?

Raccontatemi nei commenti e se conoscete altri viaggiatori e sognatori a cui piacerebbe questo articolo condividete 😉

 

 

“E’ impossibile per il visitatore occasionale cercare di tenere il passo con Chicago. Lei cresce e si sviluppa più velocemente delle profezie che la riguardano”

Mark Twain