siatesempreCURIOSI

La curiosità, non quella da “betonici” (pettegoli) come si dice dalle mie parti, ma quella sana, quella che ci tiene vivi, che ci fa scoprire cose, esperienze, storie, persone splendide.

Quella che ci fa alzare la testa e guardare oltre il nostro orizzonte visivo, quella che ci fa partecipare a nuove iniziative, uscire dalla nostra confort zone, provare qualcosa di nuovo, mantenere una mente aperta. Sperimentare. Assorbire emozioni e sensazioni. Creare connessioni e sinergie con chi e con cosa ci sta attorno.

Farsi domande, cercare risposte e non credere in nessun momento di essere arrivati perchè c’è sempre qualcosa di nuovo a imparare, una voce fuori dal coro da ascoltare.

Approfittate con intelligenza anche di tutto quanto viene messo a disposizione: un nuovo evento, la visita ad un luogo che non conoscevate, un piatto nuovo da assaggiare, un libro nuovo da leggere, una realtà nuova da scoprire.

Non dobbiamo aver paura di chiedere e confrontarci, di cambiare prospettive.

Non chiudiamoci in noi stessi, quando si smette di avventurarsi, quando si smette di essere curiosi, di spingersi più in là, di rischiare, di cercare cosa viene dopo, quando ci si ferma per troppo, si muore un po’. Scegliamo di vivere.

Mi auguro e vi auguro con tutto il cuore di avere sempre questa sana curiosità verso la vita *_*

 

Il nostro tempo è limitato per cui non lo dobbiamo sprecare

vivendo la vita di qualcun altro.

Non facciamoci intrappolare dai dogmi,

che vuol dire vivere seguendo risultati del pensiero di altre persone.

Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui

offuschi la nostra voce interiore.

E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio

di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione.

In qualche modo essi sanno cosa vogliamo davvero diventare.

Tutto il resto è secondario.

 (Steve Jobs, Standford 2005)

 

 

Ps: questi pensieri sparsi sono nati proprio durante la prima parte dell’esperienza alla Varese Design Week, parlandone e confrontandomi con persone splendide su temi che ci stanno a cuore e su come spesso le persone non si facciano sfiorare e coinvolgere dal nuovo, dalle opportunità che hanno a disposizione e che a volte vengono create ad hoc per vivere al meglio anche la propria città e il proprio territorio. A noi ha fatto un po’ tristezza questo atteggiamento, così ho voluto scrivere questo piccolo inno alla curiosità.