Wigwam Motel icona della ROUTE 66

Lo sapevate che nell’arido deserto dell’Arizona, il Wigwam Village Motel di Holbrook, offre ancora agli appassionati della Route 66 l’opportunità di dormire in un “teepee”? Le camere, infatti sono la riproduzione delle tende dei nativi americani. Un luogo che è oramai diventato a tutti gli effetti una delle attrazioni della mitica Mother Road.

 

Un po’ di storia

Mentre attraversava Cave City, nel Kentucky, nel 1938, Chester E. Lewis rimase colpito dal particolare design del Wigwam Village, costruito nel 1937 dall’architetto Frank Redford. Il signor Lewis acquistò copie dei piani e il diritto di usare il nome del Wigwam Village. L’acquisto comprendeva un accordo di royalty in cui il signor Lewis installava radio a gettoni, e ogni centesimo inserito per 30 minuti di ascolto sarebbe stato inviato a Mr. Redford come pagamento.

Sette villaggi Wigwam furono costruiti tra il 1936 e gli anni ’50. Terminato nel 1950, il villaggio di Holbrook era il sesto, da qui il nome Wigwam Village #6. Il signor Lewis gestì con successo il motel fino a quando l’Interstate 40 aggirò il centro di Holbrook alla fine degli anni ’70. In seguito vendette l’attività ma continuò a gestire le gas pumps. Due anni dopo la morte del signor Lewis, sua moglie e i figli riacquistarono la proprietà e riaprirono il motel nel 1988. Rimossero le pompe del gas e trasformarono parte dell’ufficio principale in un museo, aperto al pubblico che custodisce la collezione di manufatti indiani di Lewis, cimeli della Guerra Civile, oggetti da collezione Route 66 e una collezione di legno pietrificato. Il Wigwam Village Motel #6 è stato inserito nel Registro Nazionale dei Luoghi Storici nel 2002. Nel 2003 e nel 2007, il motel ha ricevuto sovvenzioni in base al costo del programma di conservazione del corridoio Route 66 dell’NPS. Dei sette Wigwam Village Motel originali, altri due Wigwam Village Motel sopravvivono: #2 a Cave City, Kentucky e #7 a Rialto/San Bernardino, in California.

 

Tappa originale

Noi non ci abbiamo dormito per vari motivi, ma una breve sosta qui era prevista eccome.

E’ eccentrico come posto, c’è questo strano connubio tra teepee e auto anni ‘50. Le auto d’epoca sono parcheggiate permanentemente in tutta la proprietà, c’è persino una Studebaker appartenente al signor Lewis. Un luogo davvero originale con un tocco retrò.

Il motel è composto da 15 teepee indipendenti collocati a forma di “U” attorno all’ufficio centrale. Ogni wigwam è fatto di cemento e misura 21 piedi di diametro (6.4 m) e 28 piedi di altezza (8.5 m), dicono tutti arredati con mobili originali hickory fatti a mano.

Sicuramente una location che apprezzerete per questo salto nel passato e per la grande quantità di foto che farete da tutte le angolazioni possibili 😉

 

Lungo la Route 66 ci sono tante luoghi da non perdere indissolubilmente legati a questa mitica strada, ne vedremo altre tra Arizona e New Mexico tipo El Rancho Hotel di Gallup di cui vi parlo qui, o il Jack Rabbit Trading Post, uno dei più famosi della Mother Routre di cui vi parlo qui.

 

E a voi piacerebbe provare l’esperienza di dormire in un teepee? Let me know 🙂

 

 

Info pratiche

Dove: 811 W Hopi Dr

Come arrivare: tre strade convergono a Holbrook, l’Interstate 40, l’U.S. Highway 180 e la State Highway 77. Sede della Navajo County è il punto di accesso al Parco Nazionale della Foresta Pietrificata e si trova vicino a numerose riserve indiane.

 

Viaggiatori e sognatori non dimenticate di iscrivervi alla newsletter e di mettere un like alla pagina Facebook di MorenaLibrizzi Travelblog per restare aggiornati sui prossimi articoli, curiosità e novità.

Un abbraccio

Morena